28/30 SETTEMBRE 2018

Siena, Salone Mondiale del Turismo

Città e Siti Patrimonio Unesco

LA PENISOLA CURLANDESE IN LITUANIA Scenari unici tra dune di sabbia, foreste, villaggi di pescatorie spiagge d’ambra

27 luglio 2017

Per la prima volta al World Tourism Event di Siena, dal 22 al 24 settembre prossimo, sarà presente la Lituania con i suoi 4 siti patrimonio dell’umanità: la città vecchia di Vilnius, la Penisola Curlandese, il sito archeologico di Kernave e l’arco geodetico di Struve.

Scopriamo insieme la Penisola Curlandese, un luogo di grande fascino sul Mar Baltico, riserva naturale protetta e Sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 2000. La bellezza della penisola ha attratto numerosi pittori, scrittori e poeti nel corso dei secoli, come Thomas Mann e Jean-Paul Sartre.

Questa lunga lingua di sabbia si estende per 98km (di cui 52km in territorio lituano) tra il Mar Baltico e il bacino della Laguna Curlandese. E’ accessibile dalla città di Klaipeda con un breve tragitto in traghetto e attraversata da un’unica strada e da un percorso ciclabile all’ombra della pineta.

Le tipiche banderuole che danno il benvenuto nella Penisola Curlandese. Credit: State Department of Tourism of Lithuania

La Penisola Curlandese è un luogo di pace, da scoprire a ritmo lento. Offre scenari inaspettati, come le grandi dune di sabbia di Nagliai e Parnidis, scolpite dal vento. Entrambe possono essere visitate a piedi, seguendo i percorsi segnalati. Bellissime anche le spiagge che nascondono un segreto: l’ambra del Mar Baltico. Svegliatevi presto al mattino e raggiungete i raccoglitori d’ambra: potreste trovare anche voi qualche pezzo di questa preziosa resina fossile, formatasi 30 milioni di anni fa.

Le dune della Penisola Curlandese Credit: State Department of Tourism of Lithuania

Fermatevi per la notte nei villaggi di pescatori, come quello di Juodkrante e Nida, dove gustare la specialità del posto: il pesce affumicato. Una delizia da provare! L’architettura della Penisola è unica al mondo: le sue casette di legno colorato (bianche, blu, verdi e bordeaux) sono tipiche solo di questa zona, non le troverete altrove (salvo imitazioni!). Nei giardini, ammirate le banderuole che un tempo erano utilizzate sulle barche dei pescatori per indicare la loro origine, dal villaggio alla famiglia di appartenenza.

Case tipiche della Panisola Curlandese Credit: State Department of Tourism of Lithuania

La Penisola Curlandese è un paradiso per gli amanti della natura: qui vivono infatti 40 specie di mammiferi e 300 specie di uccelli, come cormorani, aironi grigi e aquile di mare. Sulla sua superficie sono conservate 900 specie di piante, tra cui 31 nella Lista Rossa della Lituania. Un percorso interessante nel bosco è quello della Collina delle Streghe a Juodkrante. La collina è in verità la più antica duna parabolica di questa zona, oggi ricoperta da conifere: un luogo di pace che ha ispirato numerosi artisti che hanno realizzato sculture di legno che rappresentano i personaggi delle leggende e delle fiabe. Scoprite queste 80 sculture raffiguranti streghe, diavoletti e folletti, seguendo il sentiero che porta in cima alla collina.

Per scoprire di più sul Paese, visitare: www.lithuania.travel, Facebook Turismo Lituania, Instagram Lithuania real is beautiful

Contatti:
Ufficio del Turismo della Lituania, telefono: 02 39304859  |  email: info.lituania@aigo.it

Per continuare ad usare questo sito, l'utente accetta l'uso dei cookies. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi